Compliance 231    |
   Area riservata   |
   Home   |
Case History

Risparmio, alta affidabilità e dati per la comunità scientifica a costo zero per i cittadini: il caso Azienda Ospedaliera di Lodi



  


L'Ente


L'Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi (AOL) articola la propria offerta di servizi sanitari ad un potenziale bacino di utenza di circa 200.000 abitanti. L'AOL è attualmente suddivisa in 4 presidi: Lodi, Casalpusterlengo, Codogno, e Sant'Angelo Lodigiano, ognuno dei quali è composto da una struttura ospedaliera e da poliambulatori territoriali. L'azienda impiega 2.400 dipendenti, ha una disponibilità totale di 900 posti letto, ed effettua 17 mila ricoveri, 40 mila accessi in emergenza al pronto soccorso e quasi un milione di accessi ambulatoriali annui.



L'infrastruttura


Per la realizzazione dell'applicazione Picture Archiving and Communication System (PACS) per la digitalizzazione delle immagini radiologiche, creare un sito di DR e centralizzare/consolidare la propria architettura IT, AOL – in collaborazione con DISC, premier partner DELL – ha avviato un progetto che a partire dal 2013 ha previsto la reingegnerizzazione della propria infrastruttura ICT con l'estensione della virtualizzazione dai 100 server preesistenti agli storage e alle postazioni di lavoro degli utenti.



La prima fase del progetto

ha previsto la sostituzione dei vecchi storage di difficile espansione con 2 nuovi Storage DELL Compellent (con caratteristiche granulari di scalabilità e di virtualizzazione, permettono l'assegnazione automatica delle risorse alle diverse applicazioni, grazie ad algoritmi di tiering che attribuiscono dischi più o meno veloci ai dati a seconda del loro utilizzo).

La migrazione

è stata un fattore critico del progetto: applicazioni quali laboratorio, radiologia, sale operatorie, oggi sono fortemente legati alla infrastruttura ICT; tutto è avvenuto senza interruzione del servizio, grazie alla virtualizzazione e alle funzionalità SW e HW offerte dai sistemi utilizzati (Storage V-Motion e Site Recovery Manager di VMWare per la gestione dei DR e la flessibilità nativa di Compellent).
Il progetto ha previsto un totale di 9 server DELL PowerEdge (R7x0)  e 3 lame IBM Blade HS22V per 130 server virtuali e la virtualizzazione dei desktop (Citrix XenDesktop). Per garantire l'alta affidabilità, gli storage sono in due data center distinti: quello principale in forza di una maggior capacità elaborativa predispone tempi di risposta ridotti, mentre quello secondario agevola in primis la sicurezza delle informazioni dell'Ente.

Il concetto esteso di virtualizzazione ha dato maggior scalabilità all'Infrastruttura IT di AOL, che ora può supportare l'espansione del parco applicativo con l'attivazione di nuovi server virtuali in tempi rapidi. Se in precedenza malfunzionamenti HW e SW interrompevano il servizio e richiedevano giorni di lavoro per il ripristino, ora, grazie alla possibilità di spostare a caldo le macchine virtuali da un server fisico ad un altro, si è in grado di garantire un intervento immediato e automatizzato riducendo al minimo eventuali disservizi.

 


Nella fase successiva del progetto, AOL ha avviato la virtualizzazione dei client e la centralizzazione applicativa
al fine di approntare in modo rapido nuovi reparti all'interno dell'Ente. E' così possibile separare l'ambiente desktop dal PC fisico sfruttando i benefici di un'architettura client-server. Il desktop virtuale è ospitato sui server centrali invece che sulla memoria di massa del singolo PC. Grazie alle proprie credenziali gli utenti lavorano sulla propria postazione client accedendo alla rete aziendale, alle applicazioni a cui sono autorizzati, ai processi e ai dati custoditi centralmente e in modo sicuro. In tal modo, ciascun utente sfruttando la capacità elaborativa dei server ritrova sempre e da qualunque postazione il proprio ambiente di lavoro intatto, beneficiando di maggiori risorse e sicurezza.

 


I benefici


La nuova infrastruttura IT virtuale consente ad AOL una migliore continuità operativa a favore dell'affidabilità dei sistemi informativi che supportano la propria attività di servizio al cittadino. Il progetto ha reso possibile l'utilizzo del PACS per la digitalizzazione delle immagini radiologiche, che permette di recuperare l'investimento in soli 2 anni e mezzo e prospetta  risparmi aggiuntivi di ben €1,8 mln nei successivi 3,5 anni. Grazie alla nuova infrastruttura HW e SW centralizzata, l'ente ha rinnovato il proprio parco server garantendo una maggior flessibilità nella manutenzione degli applicativi.


 

 

 

 


La virtualizzazione dei server e dello storage ha semplificato significativamente la realizzazione di nuove applicazioni, riducendo di un fattore di 60 a 1 i tempi di provisioning di HW e SW e, superando l'onerosa fase di dimensionamento/configurazione di spazio dati, velocità di accesso e ridondanza dei dati, consente un considerevole risparmio di tempo per ogni progetto (circa 20 gg/anno). Alla maggiore efficienza conseguono uno snellimento operativo e un'ottimizzazione delle risorse umane.

 

Grazie alla virtualizzazione dei client, ora le postazioni di lavoro (ad esempio per il nuovo CUP), vengono approntate in pochi giorni: si è passati da 8 ore a 15 minuti per postazione, con un incremento di efficienza di oltre il 3000% e una proiezione di risparmio su base annua di 387 gg/uomo (*calcolati su una ipotesi di sostituzione di 400 PC / anno).



Infine, AOL risponde all'obbligo di conservare le cartelle cliniche a tempo indeterminato per consentirne l'accesso alla comunità scientifica eliminando, attraverso la totale digitalizzazione dei dati su dischi a basso costo, il difficile compito della conservazione cartacea.

Il progetto ha quindi anche impatti fondamentali sulla ricerca scientifica in termini di tempi, qualità, e risparmio, e tutto questo a costo zero per i cittadini.


 


BC e DR in Azienda Ospedaliera di Lodi
Il progetto infrastrutturale a supporto del PACS porta ad AOL affidabilità e flessibilità; recupera l'investimento in soli 2,5 anni e prospetta risparmi aggiuntivi di €1,8 mln in 3,5 anni.
Virtualizzazione e consolidamento data center in SIAD S.p.A.
Il progetto è basato su server Dell e storage Compellent. Include sito di Disaster Recovery in Outsourcing
Più efficienza per GEDY grazie al B2B realizzato da DISC.
Grazie a DISC, GEDY ha ottimizzato le proprie partnership commerciali.
GFT Italia: efficacia commerciale +8%
Il nuovo CRM contribuisce a costruire una cultura aziendale condivisa e l’efficacia commerciale in GFT Italia cresce dell’8%
GAS JEANS: AS/400 in altà affidabilità
Grotto realizza l'alta affidabilità dell'ERP su iSeries a costi contenuti con una replica di selezionate procedure sul vecchio AS/400
SUBARU: disaster recovery AS/400 con Quick - Edd
La famosa casa automobilistica sceglie Disc per il DR su rete WAN: affidabilità non solo sulle vetture
DAYCO semplifica la gestione IT e potenzia il service desk con Dell Kace
Dayco, multinazionale leader nella produzione di componenti automotive, riduce i tempi di gestione dei sistemi IT e incrementa la produttività di 2.000 ore all'anno
Dietro “Love Moschino” c’è Disc con Quick-EDD
Anche Sinv ha scelto Disc per aumentare l’affidabilità dei propri sistemi, implementando una soluzione H.A. in ambiente AS/400.
CIAI: DYNAMICS NAV per il settore delle associazioni Onlus
Anche CIAI, Centro Italiano Aiuti all'infanzia, ha scelto DYNAMICS NAV per migliorare la qualità dei servizi erogati.
DISC semplifica la gestione IT di E&V con la SAN e il server PowerEdge di Dell
E&V prevede una riduzione dei costi di gestione del proprio ambiente IT del 35% e un ritorno dell'investimento di circa il 52%.
Moellhausen: Nav ChemPlus per sostenere e sviluppare il business
Anche Moellhausen sceglie Nav ChemPlus per ridurre i costi operativi e per migliorare i risultati in termini qualitativi e di servizio.
Spedali Civili: il segreto della longevità nel settore sanitario? Un sistema informatico adeguato
l'ASST riduce il costo di gestione dei sistemi informatici di € 430.000 grazie a Disc e a Dell
Vamp Tech: NAV ChemPlus per il settore chimico dei polimeri
L' azienda ha ottenuto una gestione efficace ed efficiente dei processi interni e ha potuto sostenere un incremento del 10% dei volumi.
MA-FRA: il nuovo gestionale è il motore della strategia commerciale
Realizzato da DISC su piattaforma Microsoft Dynamics Nav 2016, risolve i problemi di MA-FRA e rivoluziona l’approccio ai clienti.
CASSA LOMBARDA: Un'infrastruttura di rete a prova di futuro
DELL EMC networking: 10x potenza di rete, +90% efficienza IT, -25% costi